Giovedý 23 novembre 2017

Il costume femminile è composto di un giubbino in panno rosso ("su corittu"), ricamato a mano, con maniche tagliate longitudinalmente nella parte anteriore dalle quali fuoriescono ampie maniche della camicia ("camisa") in cotone bianco, e la stessa presenta ricami e pizzi nella parte anteriore, nel collo e nei polsini. Tra "su corittu" e "sa camisa", cinge il petto e le spalle della donna silanese "S'imbustu", in tessuto damascato che può essere di colori diversi (verde, nero, avorio e viola), recante fiorami variopinti e rifinito con nastri di seta, stretto anteriormente da un sottile filo di colore rosso. Dalla vita scende un'ampia gonna ("Sa bunnedda") in orbace o panno nero, plissettata per quasi tutta la circonferenza, la cui parte sottostante, è rifinita con una balza in seta, con disegni floreali di colore verde o rosso su sfondo nero o blu.
Immagine rappresentativa del costume femminile La parte anteriore de "sa bunnedda" è ricoperta da "sa farda" (grembiule) di tela in fantasie floreali viola. Completa il costume femminile "Su mucadore" (fazzoletto) in tessuto tibet color vinacce o in tele con fantasie floreali marron o viola, chiuso a cingere il mento delle donne e i cui lembi s'incastrano lateralmente sulle guance; il fazzoletto in tibet è ricamato a mano nella parte posteriore

Immagine rappresentativa del costume maschile

Il costume maschile si presenta austero ed elegante al tempo stesso, con la dominanza dei colori base nero, bianco e piccole bordature rosse.E' composto da "Su corittu", giubbino in velluto nero foderato internamente con maniche lunghe e doppio petto chiuso con bottoni neri disposti anteriormente su due file; le estremità laterali e il girocollo sono rifiniti con cucitura a filo. Sotto "su corittu" si ha "su 'entone", ampia camicia in cotone bianco rinforzata nel petto con apertura a tre bottoni e colletto alla coreana. Sopra "Su corittu" troviamo "Sa este", giubbino smanicato di colore nero, realizzato in orbace o panno nero, rifinito e bordato con trina grigio scuro o nera. Cingono la vita degli uomini "sas ragas", gonnellino in orbace o panno nero plissettato e bordato nella parte inferiore di un filo di panno rosso. Fuoriescono da "Sas ragas", "Sos pantalones biancos", ampi pantaloni in lino o cotone bianco, che vanno ad infilarsi appena sotto il ginocchio dentro "sas mesas carzas", che cingono la parte inferiore delle gambe e coprenti la parte sovrastante le calzature. Anch'esse sono realizzate in orbace o panno nero e rifinite, nella parte inferiore, con un filo di panno rosso. A completare il costume maschile, sul capo troviamo "Sa berritta", lungo copricapo in orbace o panno nero.